MENU

Lavoro e Formazione

La Città metropolitana di Roma Capitale gestisce attualmente 23 Centri per l’Impiego (5 sul territorio di Roma Capitale e i rimanenti nell’area metropolitana), 6 Centri di Formazione Professionale a gestione diretta, 3 Scuole Tematiche (Scuola del Sociale “Agorà”, Scuola delle Arti Cinematografiche “Gian Maria Volontè” e Scuola delle Energie “Enea-Casaccia”) e Porta Futuro, l’innovativa struttura di Testaccio che propone servizi aggiuntivi a quelli dei Centri per l’Impiego altamente specializzati.

A seguito degli innumerevoli tentativi di riforma del mercato del lavoro che si sono succeduti negli ultimi anni sia in Italia che in Europa, il lavoro è tornato ad essere un tema preponderante nella gestione delle politiche sociali, complice l’attuale crisi economica mondiale.

Il Dipartimento III “Servizi per la formazione e per il lavoro”, competente per materia, ha attuato un percorso di modernizzazione dei Centri per l’Impiego, punti di snodo tra chi cerca lavoro e chi lo offre, mediante percorsi di orientamento personalizzato volti a favorire l’inserimento o il reinserimento lavorativo con particolare attenzione alle fasce deboli (disabili, donne, giovani, over 40, ecc.), utilizzando anche lo strumento del tirocinio che negli anni si è rivelato un ottimo strumento di ingresso nel mondo del lavoro.

La collaborazione istituita con Unione Europea, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Regione Lazio in primo luogo ma anche INPS, Aziende Sanitarie Locali, Camera di Commercio, Comuni, Terzo Settore, ecc. si è dimostrata utile nel garantire risposte efficaci ai bisogni espressi da imprese e cittadini.

Tra gli strumenti utilizzati per favorire l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro è innegabile il contributo offerto dalla formazione professionale che, utilizzando fondi regionali e fondi dell’Unione Europea, ha avviato, sia nei propri Centri di Formazione Professionale sia presso Enti accreditati, corsi che hanno consentito a disoccupati e inoccupati di acquisire qualifiche spendibili nel mercato del lavoro ed ai ragazzi minorenni di completare il proprio percorso formativo. Con l’ausilio della formazione professionale è stato altresì possibile gestire le fasi di transizione tra lavoro e non lavoro, nei numerosi casi di crisi aziendali, offrendo risposte concrete ai bisogni delle persone che hanno perso il lavoro e che si trovano in fasce di età a rischio di incollocabilità.

Per contattare il Dipartimento III “Servizi per la formazione e per il lavoro”, clicca qui

Notizie Lavoro e Formazione

Siti tematici