MENU

Le Consigliere di Parità

   

 

 

 

Chi sono

La/il Consigliera/e di Parità è uno strumento di tutela per lavoratrici e lavoratori contro le discriminazioni in ragione del genere sul lavoro.

Sono presenti a livello territoriale in ogni singola Città metropolitana/Area Vasta, in tutte le Regioni e a livello nazionale presso il Ministero del Lavoro, con compiti e funzioni specifiche. Insieme formano la Rete delle Consigliere di Parità.

Nell’esercizio delle proprie funzioni la Consigliera di parità è un pubblico ufficiale.

Il suo ruolo è istituito e disciplinato dalla Legge 125/1991 e dal Decreto Legislativo 196/2000.

Cos’è è la discriminazione di genere

Discriminazione di genere diretta “qualsiasi atto, patto o comportamento che produca un effetto pregiudizievole discriminando anche in via indiretta le lavoratrici o i lavoratori in ragione del loro sesso”.

Discriminazione di genere indiretta “ogni trattamento pregiudizievole conseguente all’adozione di criteri che svantaggino in modo proporzionalmente maggiore i lavoratori dell’uno o dell’altro sesso e riguardino i requisiti non essenziali allo svolgimento dell’attività lavorativa”.

Fonte:
(L. 125/91 e successive modifiche)

Cosa fanno le Consigliere

• Offrono un servizio di informazione, consulenza e assistenza su opportunità, buone prassi e diritti sanciti dalla normativa vigente in materia di pari opportunità, gravidanza, maternità, paternità, molestie sessuali, con riferimento al mondo del lavoro.

• Su mandato della singola lavoratrice o del singolo lavoratore che lamenti una discriminazione, come primo passo promuovono un tentativo di conciliazione con il datore di lavoro; se la conciliazione non si raggiunge ricorrono al Giudice del Lavoro; in ultima istanza possono agire in giudizio su delega della lavoratrice o del lavoratore.

• Collaborano con la Direzione Territoriale del lavoro per rilevare violazioni alla normativa antidiscriminatoria e promuovere azioni correttive.

• Mettono in campo progetti di azioni positive e politiche di sviluppo sul territorio per diffondere la cultura della pari opportunità tra donne e uomini e promuovere l’occupazione femminile.

• Cooperano con gli organismi di parità, con il mondo delle istituzioni, i sindacati e le associazioni nell’ambito di progetti e interventi che favoriscono l’occupazione delle donne, l’imprenditorialità femminile e l’eliminazione delle disparità tra i sessi nel mondo del lavoro.

Segnalaci  il tuo caso                             Chiedi alle consigliere