MENU

Scuole, Zotta: “Con i ragazzi un’ulteriore occasione per far vedere quanto riusciamo a realizzare, fondamentale il confronto”

14 novembre 2017

Questa mattina la Consigliera delegata all’edilizia scolastica Teresa Zotta ha incontrato i rappresentanti dei licei Virgilio, Mamiani e dell’istituto Torricelli.
Presenti all’incontro, per la Città metropolitana di Roma Capitale, anche il Segretario Generale, il direttore del Dipartimento edilizia scolastica, il Ragioniere Generale e il Vice Ragioniere Generale.
È stata occasione per recepire le segnalazioni dei ragazzi in merito allo stato dei loro istituti, come di altri plessi scolastici, e per illustrare le modalità con cui la Città metropolitana programma e interviene, sui 350 istituti di propria competenza, nell’evidente divario tuttora esistente tra le risorse necessarie e le risorse disponibili, che, si ricorda, è per il 2017 di circa 15 milioni di euro, a fronte dei 500 milioni che servirebbero per la messa in sicurezza di tutti gli edifici.
“Con i tagli alle risorse proprie, non solo finanziarie ma anche umane – dichiara la delegata Zotta – è evidente che si compromettono la capacità d’azione e la programmazione dell’ente, in una funzione che resta fondamentale. Ci facciamo carico di ogni criticità segnalata, e abbiamo scelto una modalità aperta e di continuo confronto, con la dirigenza scolastica e con gli studenti, per condividere le scelte, necessariamente in ordine di priorità. Si va dalle peculiarità strutturali degli edifici storici, come quelli del centro di Roma, ai problemi di sovraffollamento, soprattutto nelle periferie, alle problematiche degli istituti in ogni singolo comune dell’area metropolitana. Interveniamo sull’emergenza, consapevoli che per interventi complessivi e strutturali servirebbero più risorse di quante realmente ne abbiamo. Con quanto stanziato nel bilancio di quest’anno, sono in corso le gare per l’affidamento di oltre 30 interventi per la messa in sicurezza e l’adeguamento alle norme antincendio. Abbiamo realizzato interventi su Roma come su Colleferro, Palestrina, Grottaferrata ed altri ancora. Sul sovraffollamento degli istituti, risolto il problema del Democrito, stiamo risolvendo in queste ore la questione del Cannizzaro, dove a seguito di un atto vandalico 20 classi sono inagibili e circa 500 studenti non stanno facendo lezione. Si sta lavorando sia per avviare i lavori di ripristino, sia per trovare temporanei e adeguati spazi per riprendere l’attività didattica, in continuo raccordo con la preside, la proprietà dell’immobile e l’Ufficio Scolastico Regionale, quindi il Miur. Anche al Socrate, di cui i ragazzi ci sollecitano risposte, sono al vaglio le alternative per garantire ai ragazzi il diritto allo studio ed evitare i disagi legati ai doppi turni.
Su quanto realizziamo, stiamo dando e continueremo a dare aggiornamenti in tempo reale, per la massima trasparenza. Voglio precisare – prosegue Zotta – che l’appuntamento di oggi, fissato da circa una settimana, prescinde dalla manifestazione non autorizzata di questa mattina. Continueremo il confronto con gli studenti, già avviato, con incontri sistematici e periodici all’insegna di una dialettica che sicuramente avrà riscontri propositivi”